POESIE SPETTACOLI

MUSICA E FILOPOESIA

SI TERRA’ A OLIVETO DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA NELLA PIAZZETTA ANTISTANTE LA CHIESA.

IL 23 GIUGNO 2018 ORE 21.00

PREMESSA DELLO SPETTACOLO.

La mia bottega mi ha visto lavorare per molti anni in quasi completa solitudine, e, mentre cercavo di dare forma e colore al legno con le mani, la mente si abbandonava a pensieri e a riflessioni sulla vita, sulla natura, sulle emozioni più profonde dell’uomo.

Ho sentito il bisogno di condividere tutto questo!

Ho, quindi, pensato di allestire uno spettacolo che potesse sintetizzare la mia esperienza di maestro-artigiano e di individuo in momenti di svago e di armonia così come li avevo provati in me stesso.

Viviamo in contesti economici e sociali assai complessi, inquietanti, che impongono domande alle quali troppo spesso non siamo in grado di dare risposte convincenti, pare che tutto concorra alla disgregazione, al conflitto, alla violenza, mentre l’essere umano, per sua definizione, è unità e armonia.Oggi siamo fatti di troppe cose, che vogliono essere possedute in fretta, mentre l’uomo interiormente necessita di tempi lunghi, di meditazioni, di calma.

Forse è questo divario paradossale a determinare lo sballo dei sentimenti e quindi il bisogno di “eccellere” in sopraffazione e violenza? E se provassimo a “rieducare” i sentimenti dei “bulli” anche insegnando un mestiere, il mio mestiere con l’obiettivo di recuperare la creatività, per essere fieri dei propri risultati e non rabbiosi verso il mondo?

Lo spettacolo prenderà tempi non lunghi, più precisamente la lettura di alcune mie riflessioni, con la visualizzazione di qualche mia opera in legno e pietra. Sarò accompagnato in sottofondo da tre professionisti che, con la loro esperienza, mi sosterranno e mi aiuteranno ad esprimere, al meglio, il messaggio. Vorrei dare così l’idea oggettiva dei linguaggi interdisciplinari e pluridisciplinari che si possono creare attraverso lo studio, l’impegno e la visione universale delle varie arti. Credo nel lavoro manuale “del fare creativo”, che aiuta a raggiungere una maggiore conoscenza di sè e che riesca a sollecitare, a fare emergere nel modo più compiuto, le innumerevoli caratteristiche individuali, specialmente nei più giovani, che ancora devono comprendere e scegliere un possibile orientamento lavorativo. Lo spettacolo è rivolto sia ai giovani, sia agli adulti, offrendo comunque, una modesta ma pur sempre attuale riflessione di vita, “la nostra vita”.

OBBIETTIVI DEL PROGETTO

  • valorizzazione dell’artigianato, inteso come forma di arte e come prospettiva di lavoro
  • valorizzazione dei “buoni sentimenti” e della semplicità dei costumi
  • recupero dei valori sociali
  • recupero e/o valorizzazione della creatività
  • rivalutazione “dell’opera delle mani”, da intendere anche come strumento di formazione personale

FIGURE PROFESSIONALI COINVOLTE:

Attrice: ALESSANDRA ARICO’

Contrabbasso: MAURO MAURIZI

Fisarmonica: ALESSANDRO MORETTI

Testi: LUCA NISTRI

DURATA DELLO SPETTACOLO: 1 ORA E 15 MINUTI CIRCA

ARTICOLAZIONE DEL PROGRAMMA:

  1. Lettura a cura della voce narrante di Alessandra Aricò, di brani e testi poetici scritti da Luca Nistri.
  2. Composizione ed esecuzione dei brani musicali a cura di Mauro Maurizi e Alessandro Moretti.
  3. Visualizzazioni di opere scultorie in legno e pietra, eseguite da Luca Nistri.